Area Riservata E-mail password

ZURIGO 2011...rieccoci insieme!



Dopo molti mesi di preparazione ma soprattutto di grande attesa, per il Giovane Coro AcCanto è arrivato il momento di partire per Zurigo! La visita fatta nel settembre scorso a Toscolano Maderno da parte del Coro Join Together di Adliswil aveva lasciato una gran voglia di ritrovarci insieme, voglia che nelle ultime settimane prima della nostra partenza è cresciuta ulteriormente. Il momento era arrivato! Giovedì 17 siamo partiti da Maderno con una grande voglia di arrivare presto a Zurigo e di correre alla prova programmata per la sera stessa nella Chiesa Evangelica di Adliswil, sede del coro Join Together. Per chi aveva cantato ai concerti di settembre a Toscolano e Monzambano c’era il desiderio di reincontrare gli amici svizzeri. Per gli altri assenti in quell’occasione o appena entrati nel nostro coro il desiderio di vivere la gioia di quei giorni di settembre più volte rievocati nelle nostre prove.... E alla fine nessuno è rimasto deluso! Alle 17,30 arrivavamo a Zurigo e prendavamo posto in albergo. Un’ora e mezza per prepararsi e poi di corsa a Adliswil – circa 10 min in BUS – dove alle 19,30 era in programma il primo incontro e la prima prova insieme. L’intesa è stata immediata... sembrava di essersi salutati a Toscolano solo da pochi giorni e non 6 mesi prima. Il clima si è scaldato subito con i primi brani che abbiamo provato noi, con i cantori del Join Together, nei banchi a fare il tifo e poi i nostri a contraccambiare quando a provare erano loro... e poi tutti insieme! Il secondo giorno di questa avventura, è iniziato con la visita all’Abbazia benedettina di Einsiedeln, a pochi chilometri da Zurigo. Dello splendido complesso abbaziale abbiamo visitato la Basilica con l’immagine della Madonna nera e le sfarzose decorazioni barocche e rococò della navata e soprattutto dell’altare, la Biblioteca e la Scuola di musica annessa al Liceo. Qui, nell’aula del coro, abbiamo eseguito For the beauty di John Rutter per ringraziare la guida e gli accompagnatori del J. T. che ci avevano seguiti. Nel ritorno verso Zurigo, visto che il tempo era bello, abbiamo anche fatto un tratto di strada in battello sul Lago di Zurigo da Thalwil fino alla cittadina di Rapperswil dove il nostro BUS ci ha recuperati e portati direttamente al primo concerto che si sarebbe tenuto nella Chiesa Protestante Riformata di Pfäffikon la sera stessa. Si tratta di una chiesa moderna più simile ad una sala conferenze che a un ambiente liturgico come lo intendiamo noi ma comunque molto indicata per eseguirci un concerto con strumenti e amplificazione. Qui il pubblico non era numerosissimo ma molto caloroso e non ha risparmiato applausi ai due cori. L’entusiasmo alle stelle quando i due gruppi si sono uniti per gli ultimi brani insieme. Al rinfresco che è seguito il nostro coro – ricordando il 150° dell’Unità d’Italia – ha anche eseguito l’Inno di Mameli con molti cantori svizzeri in piedi e con la mano sul cuore, ed accolto in fine da un grande applauso! Il sabato 19 ci ha visti impegnati nella visita di Zurigo centro... putroppo sotto una leggera, fredda ed incessante pioggerella: acqua e freddo, però, non ci hanno impedito di vedere alcuni angoli molto belli di questa città, fra le prime al mondo come qualità della vita. L’ordine e la pulizia tutte svizzere ci hanno colpito... tanto quanto i prezzi! ...ma queste sono cose che già si conoscevano della Svizzera. Ottimo anche il pranzo nella mensa dell’Università. In serata altro entusiasmante concerto! Questa volta è stata la Chiesa Protestante Riformata di Adliswil ad ospitare l’evento. Si tratta di una tipica Chiesa Protestante: nessuna immagine – solo quella di Lutero su una delle vetrate – banchi in legno lunghi da un lato all’altro della navata e ...riscaldati! Balconate su tre lati della Chiesa con panche a tribuna, grande organo meccanico a tre tastiere (con panca riscaldata anche per l’organista ... J), un grande pulpito per la proclamazione delle letture e per la predica del Pastore e un imponente mensa in marmo. Al nostro arrivo, verso le 17,30, tutto era pronto per la prova: pedane, strumenti, amplificazione. Il pubblico presente al concerto, iniziato alle 20,00, era più numeroso e ancora più caloroso della sera precedente. Anche qui grande soddisfazione dei nostri cantori omaggiati da una vera e propria standing ovation. In questi concerti il nostro coro è stato accompagnato al pianoforte dal nostro Davide Dibitonto e al basso elettrico / batteria dai musicisti del Join Together, Martin Medimorec e Chris Szabo.In questi concerti il coro ha dato il meglio di se. Anche i solisti – alcuni al loro debutto – sono stati molto bravi, entusiasmando il pubblico presente. I brani eseguiti dal nostro coro in questa occasione sono stati: You raise me up di Josh Groban, The Lord’s prayer di David Fanshawe, I still haven't found what I'm looking for degli U2, Wind of change degli Scorpions, I will follow him dal film Sister Act, We are the world di M. Jackson e Aggiungi un posto a tavola di A. Trovajoli. Grande cordialità e collaborazione abbiamo avuto anche dai maestri del coro Join Together: Peter Werder, nostro contatto e maestro del coro fino alla fine dell’anno scorso, e Benjamin Blatter, nuovo maestro del coro dal gennaio 2011. Domenica 20 marzo si è aperta con la celebrazione della S. Messa da parte di don Giovanni nel nostro albergo, dopo di che, siamo partiti per Adliswil dove nella stessa chiesa del concerto della sera precedente, avremmo partecipato alla Celebrazione Ecumenica delle comunità cristiane di Adliswil. Si tratta della Comunità Cattolica, quella Protestante riformata e quella Metodista. E’ tradizione per loro ritrovarsi 2-3 volte all’anno per una celebrazione comunitaria in una delle 3 chiese della cittadina e proprio il 20 marzo era fissato uno di questi incontri. Anche il nostro coro ha assistito ed ha avuto anche lo spazio per cantare alcuni brani da solo e altri insieme al Join Together, coro di casa. Non si è trattato di una Messa ma bensì di un incontro di preghiera che aveva per tema lo stare insieme, l’aiutarsi. Prima di concludere la celebrazione anche don Giovanni ha preso la parola e ha portato il saluto del nostro coro alle comunità di Adliswil e ai loro pastori presenti. Abbiamo anche lasciato loro un segno per sugellare il nostro incontro: 3 alberelli di ulivo. Li abbiamo invitati a piantarle nei giardini delle loro chiese come ricordo di questo incontro fra l’Unità Pastorale di Toscolano Maderno e le loro comunità. Un’esperienza sicuramente indimenticabile cheha fatto crescere il coro non solo dal punto di vista musicale ma soprattutto umano. Come ho già detto ai ragazzi, con don Giovanni abbiamo notato segni davvero importanti di un gruppo che cresce e che cerca di stare unito nonostante le differenze di età e di sensibilità. Da parte mia un grazie immenso ed orgoglioso ai ragazzi, continuando cosi non potremo che costruire ancora esperienze musicali fantastiche come Zurigo 2011.
 
 
Gianpietro Bertella
 
Dal bollettino nr.02/2011





01/03/2011


Vedi anche
01/03/2011 VIAGGIO ZURIGO ... su facebook

01/02/2010 NATALE IN...CANTATO

01/03/2011 La corale per la giornata mondiale del malato

01/02/2010 Corale Santa Cecilia: 60 anni... e tanta voglia di crescere

01/03/2008 Notizie dalla corale MONS. GIUSEPPE BERARDI, SACERDOTE E MUSICISTA


I contenuti di questo sito non hanno carattere di periodicità e non rappresentano 'prodotto editoriale'.


Archivio

2016
2015
2014
2013
2012
2011
2010
2009
2008